logo reti solidali
Home » Territori » Pagina 50

SERVIZIO CIVILE: SI CERCANO I FONDI

In occasione della conferenza stampa tenutasi nell’Hotel Nazionale di Piazza Montecitorio, il CNESC ha ribadito il suo impegno a sensibilizzare il Governo Renzi a incrementare i finanziamenti per il servizio civile, come era stato promesso nella bozza iniziale della Legge di Stabilità 2016, ma che dal testo odierno in discussione alle Camere sembrano spariti. Tra le migliaia di emendamenti presentati dalle diverse forze politiche, sembra che ce ne sia uno a firma dell’onorevole Stefano Lepri, che potrà ridare speranza sui fondi scomparsi. A scanso dei tanti equivoci sorti in questi anni riguardo alla marginalità del contributo sociale offerto dal servizio civile, il tema pressante dell’immigrazione è diventato così un pretesto per il CNESC per presentare i progetti messi in piedi dai vari Enti nelle 20 Regioni italiane, che si inseriscono in nuovi programmi d’intervento, di accoglienza e integrazione dei tanti emigranti che approdano sul suolo italiano.

20151111_123554Questi gli argomenti chiave della conferenza di questo 11 Novembre 2015, moderata dal presidente CNESC Licio Palazzini, dove sono intervenuti nell’ordine: Francesco Marsico per Caritas Italiana; Primo Di Blasio, vicepresidente CNESC; il sottosegretario di Stato con delega al Servizio Civile Luigi Bobba; Giovanni Bastianini, presidente della Consulta Nazionale Servizio Civile; il Consigliere Calogero Mauceri, capo dipartimento Gioventù e Servizio Civile Nazionale e infine l’onorevole PD Francesca Bonomo, che ha salutato questa conferenza come un grande momento per riflettere a livello istituzionale sul valore del servizio civile e sulla incongrua mancanza di sostegno da parte del Governo.

La promessa del sottosegretario Bobba

Importante è stato senza dubbio il contributo del sottosegretario Bobba, il quale ha subito fatto chiarezza sulla mancanza di fondi per il servizio civile denunciata dal CNESC nel testo della Legge di Stabilità: «il Governo è impegnato a reperire le risorse rispetto alle indicazioni annunciate qualche tempo fa, anche facendo ricorso a risorse 2015. Vedremo di onorare l’impegno preso di avere un complesso di risorse superiore di 100 milioni a quelle dell’anno precedente»In merito alla disparità enorme tra domanda e offerta di posti disponibili per effettuare il servizio civile, Bobba non ha una soluzione immediata da offrire ai giovani, ma chiosa sorridendo che «ad oggi ci sono quasi 34.690 giovani nel SCN, altri 7.000 sono in attesa di cominciare mentre altri 8.000 sono da mettere a bando. A fronte di 50.000 posti ci sono state oltre 150.000 domande. Si può dire che l’offerta ha attirato la domanda: i dati su cui ci si era attestati nell’ultimo triennio, 80mila domande circa, sono davvero cresciuti».

Il presidente Palazzini ha chiuso la conferenza chiedendo che si crei un tavolo interistituzionale con il Terzo settore e con gli Enti locali sul tema del SCN e dei migranti, e che, in relazione alla Legge di Stabilità, «ci siano già nei tempi del passaggio al Senato i primi atti concreti dell’impegno del Governo, oggi riportato dal sottosegretario Bobba».