logo reti solidali
Home » LA RETE SOLIDALE A MONTEROTONDO, PER NON LASCIARE INDIETRO NESSUNO
Rete Solidale di Monterotondo

LA RETE SOLIDALE A MONTEROTONDO, PER NON LASCIARE INDIETRO NESSUNO

LA RETE SOLIDALE A MONTEROTONDO, PER NON LASCIARE INDIETRO NESSUNO

Le associazioni si sono coordinate, per riuscire a rispondere alle esigenze di tutti i cittadini. E i frutti si vedono, anche grazie alla generosità dei commercianti

“Non lasciare indietro nessuno”: con questo obiettivo le associazioni aderenti al Tavolo della Solidarietà ha costituito la Rete Solidale di Monterotondo, in stretta collaborazione con la macchina organizzativa avviata dal Centro Operativo Comunale.

 

Le volontarie della Caritas Parrocchiale dello Scalo al lavoro

La sede dell’Associazione di Protezione civile è sede del COC e del magazzino unico per la raccolta e la distribuzione dei generi di prima necessità alle famiglie, che sul territorio si sono trovate in difficoltà in seguito al diffondersi del virus.
Dopo una prima fase iniziale, in cui i volontari della protezione civile hanno effettuato consegne a domicilio a chi era in condizione di fragilità e/o impossibilitato ad uscire, la rete ha unito le esigenze di tutti i cittadini, quelli già normalmente seguiti da ciascuna associazione e quanti invece a causa del virus si sono ritrovati in difficoltà economica: anziani, senza fissa dimora, situazioni di particolare disagio sociale oltre che economico.

Le Caritas parrocchiali, la Comunità di Sant’Egidio a Monterotondo, l’Emporio Solidale, la Croce Rossa, volontari delle altre associazioni del territorio, coordinati dalla Protezione civile hanno unito le forze e a tappeto hanno raggiunto tutte quelle famiglie che, diversamente, avrebbero trascorso una Pasqua ancora più triste.

 

rete solidale di Monterotondo
Tra sabato e domenica sono stati distribuiti 350 pacchi

Ciò è stato reso possibile grazie anche alla grande generosità dei commercianti della zona, insieme alle donazioni del Banco Alimentare e a quanto è stato donato dai cittadini attraverso la raccolta fondi o la raccolta presso i supermercati aderenti all’iniziativa.

Nelle sole giornate di venerdì e sabato sono stati consegnati dai volontari 350 pacchi a circa 200 famiglie.

Il lavoro della Rete Solidale a Monterotondo è appena iniziato e continuerà costantemente, per garantire a tutti coloro che sono in difficoltà generi di prima necessità.

 

Leggi anche le informazioni utili e gli aggiornamenti dalle associazioni che si mobilitano per l’emergenza sanitaria di COVID 19 sul portale del CSV.

Se avete correzioni o suggerimenti da proporci, scrivete a comunicazionecsv@csvlazio.org

Print Friendly, PDF & Email
Giuliana Cresce
Giuliana Cresce

Giuliana Cresce - Project planning and management per SPES Centro di Servizio per il Volontariato del Lazio - Project Manager "Marry When You Are Ready"

Un commento su “LA RETE SOLIDALE A MONTEROTONDO, PER NON LASCIARE INDIETRO NESSUNO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *