logo reti solidali
Home » A RIETI IL CORSO PER BADANTI DELL’ASSOCIAZIONE AMAR
corso per badanti

A RIETI IL CORSO PER BADANTI DELL’ASSOCIAZIONE AMAR

A RIETI IL CORSO PER BADANTI DELL’ASSOCIAZIONE AMAR

Rivolto a chi si occupa di malati di Alzheimer, è ormai alla quarta edizione. Perché è un lavoro di grande responsabilità

Un corso per badanti per imparare a prendersi cura di persone con demenza. Un’iniziatica dell’Associazione Amar di Rieti che, in collaborazione con la Caritas Diocesana cittadina e Rieti Cuore, ha avviato un corso di formazione per famiglie e collaboratori famigliari dal titolo esplicativo “Badanti formate, famiglie sicure”(da fine ottobre al 17 dicembre). «Il progetto originale», tiene a precisare Andreina Ciogli,medico e presidente dell’Associazione Malattia Alzheimer Rieti, «non è nostro e viene proposto anche in altre città, ma da noi ha avuto particolare successo e siamo già al quarto corso».

Ma a chi si rivolge? «A tutti coloro che hanno a che fare con persone malate di demenza, quindi famiglie, colf e badanti che si occupano dei malati, per fornire le giuste  competenze di cura e anche la consapevolezza dei proprio diritti».

Otto le giornate dedicate alla formazione, divise per specifici argomenti: riferimenti giuridici; patologie dell’anziano e demenza; lavoro di cura e assistenza in casa; tecniche di mobilizzazione; l’alimentazione dell’anziano; primo soccorso; supporti all’invalidità; problematiche psicologiche e del caregiver. Alla fine del corso è previsto un tirocinio di 6 ore nei luoghi frequentati dalle persone con demenza e un attestato di frequenza.

 

corso per badanti
Un Alzheimer Café: Amar Rieti li organizza periodicamente

UN IMPEGNO DIFFICILE. Un lavoro non facile, quello del badante, e che spesso, «soprattutto nella fase terminale della malattia», si trova a dover affrontare una serie di problematiche difficili, «commettendo errori che fanno male al paziente ma anche se stessi, anche a livello umano». E non si può non considerare, sottolinea Andreina Ciogli, «che spesso questo viene svolto da persone alla prima esperienza, quindi senza nessuna competenza. Invece il lavoro di assistenza è fondamentale, sia per fare stare meglio il malato che per risparmiare l’uso e il consumo di farmaci, per la riduzione dell’accesso preso il proprio medico di base e al pronto soccorso e, inoltre, per un ritardo dell’istituzionalizzazione». Scopo del corso è, quindi, quello di dare alcune informazioni di base per migliorare la qualità della vita dei pazienti e anche di chi vive accanto a loro.

E le adesioni non mancano: «Siamo stati sollecitati anche dagli stessi badanti», spiega la presidente dell’Amar, «a istituire il quarto corso e, contrariamente a quanto si può pensare, le adesioni riguardano metà stranieri e metà italiani. Spesso i lavoratori stessi si rendono conto delle loro carenze o hanno avuto delle esperienze di lavoro complicate, perché lavorare con persone affette da demenza è piuttosto complicato, soprattutto all’inizio». I riscontri positivi arrivati dai partecipanti ai corsi precedenti, che «ci hanno dato la spinta a proseguire. I corsi sono tenuti da medici, fisioterapisti, psicologi e altre figure professionali e l’ostacolo della lingua è superato da esercitazioni pratiche».

Il corso per badanti è iniziato mercoledì 30 Ottobre e si svolgerà presso la Casa del Volontariato di Rieti (Piazzale Mercatanti 5 – Torre D C/C Perseo).

Prossimo progetto dell’associazione è un app,m dedicata all’offerta e alla ricerca di badanti.

Se avete correzioni o suggerimenti da proporci, scrivete a comunicazionecsv@csvlazio.org

Print Friendly, PDF & Email
Paola Fabi
Paola Fabi

Paola Fabi, classe 1965. Giornalista. Mamma di figli e di gatti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *