Newsletter Reti Solidali

Resta aggiornato, iscriviti alla nostra newsletter
Indirizzo Mail
logo reti solidali
Home » VOLONTARIO PER TE AL GOOD DEEDS DAY: È UNA QUESTIONE DI CUORE
volontario per te

VOLONTARIO PER TE AL GOOD DEEDS DAY: È UNA QUESTIONE DI CUORE

VOLONTARIO PER TE AL GOOD DEEDS DAY: È UNA QUESTIONE DI CUORE

L'8 Aprile al Circo Massimo l'associazione insegnerà rianimazione cardio polmonare. E raccoglierà fondi per 4 defibrillatori per le scuole di Guidonia

Le giornate di solidarietà e condivisione previste per i Good Deeds Day 2018 – Insieme per il Bene Comune e organizzate nella capitale da CESV e SPES – Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio si avvicinano, e anche quest’anno l’associazione Volontario per Te  sarà presente sul territorio con un fitto calendario di attività.

L’8 aprile Volontario per Te sarà al Circo Massimo per realizzare due Mass Training sulle manovre di rianimazione cardiopolmonare, alle 11 e alle 12.  Inoltre, scegliendo di partecipare alla Fun Run – La Stracittadina o alla Maratona di Roma 2018 per l’organizzazione di volontariato, i cittadini potranno elargire delle donazioni che porteranno all’acquisto di 4 defibrillatori per cardioproteggere le scuole di Guidonia, all’interno del progetto “Villanova Cardioprotetta”.

Il 14 aprile a Mentana (Roma), in collaborazione con il Lions Club Roma Parco Nomentum e Susan G. Komen Lazio, si terrà la manifestazione “Sport e salute in piazza”. Scopo dell’evento sarà quello di sensibilizzare i cittadini sull’importanza che prevenzione e attività fisica possono rivestire per un corretto stile di vita. Per questo motivo i partecipanti avranno la possibilità di usufruire gratuitamente, nel corso della giornata, di visite medico sportive, consulenze nutrizionistiche, valutazioni da parte di un fisioterapista e visite senologiche. Volontario per Te sarà presente con incontri di formazione, aperti a tutti, sulle corrette pratiche di rianimazione cardio polmonare da attuare in situazioni di emergenza sanitaria.

Queste attività si inseriscono all’interno del lungo percorso formativo che contraddistingue la storia dell’organizzazione di volontariato, che da anni opera sul territorio per informare i cittadini sui comportamenti da tenere in caso di emergenze sanitarie, con particolare riferimento alla gestione dell’arresto cardiaco sia in età adulta che pediatrica, tramite l’insegnamento delle tecniche B.L.S. – Basic Life Support e P.B.L.S. – Pediatric Basic Life Support e di disostruzione delle vie aeree.

 

Volontario per TE
Foto di Antonio Perrone

OTTO ANNI DI STORIA. Volontario per TE nasce nel 2010 da un gruppo di volontari impiegati nell’ambito del soccorso sanitario tramite rianimazione cardiopolmonare. Nasce anche da una presa di coscienza: insegnare le corrette manovre di rianimazione ai comuni cittadini può fare la differenza tra la vita e la morte. Come sottolinea Mara Serafini, Segretario dell’associazione e Responsabile dei progetti di comunicazione: «In passato, quando finalmente arrivavamo sul posto, capitava spesso che nessuno fosse intervenuto prima di noi per effettuare il massaggio cardiaco e questo causava la perdita di momenti preziosi, perché in caso di arresto cardiaco bisogna intervenire nei primi minuti per mantenere stazionarie le condizioni vitali. Entro quattro minuti si possono evitare danni cerebrali, dal quarto al decimo minuto si può salvare una vita, dal decimo minuto in poi le possibilità di sopravvivenza sono scarse. Ci siamo resi conto di quanto fosse importante divulgare la conoscenza delle corrette manovre di primo soccorso e rianimazione polmonare a tutti. Anche il semplice cittadino può intervenire per salvare una vita, non bisogna essere professionisti. Per questo motivo quando ci siamo costituiti, intraprendendo la strada associativa, siamo diventati un centro di formazione aperto a tutti, adulti e bambini».

E non finisce qui: Volontario per Te offre anche diversi servizi di assistenza, come il supporto ai degenti della Casa della Salute di Palombara, a cui i volontari offrono compagnia e ascolto il sabato e la domenica, per alleviare la permanenza in ospedale con un sostegno psicologico. Per i minori collaborano in modo permanente con l’associazione Il Sogno Onlus, che gestisce una casa famiglia. Volontario per TE offre in questo caso un servizio di assistenza e sorveglianza notturno, in affiancamento a educatori e psicologi specializzati.

 

Volontario per TE
Foto a cura di Antonio Perrone

PERCHÈ PARTECIPARE AI GDD 2018. «Quando abbiamo saputo di questo grande evento di solidarietà tramite il CESV  abbiamo scelto di partecipare dalla prima edizione, offrendo l’insegnamento delle tecniche di rianimazione B.L.S. – Basic Life Support. Mettiamo i nostri manichini a disposizione delle persone per insegnare loro le manovre da eseguire.

Con il tempo l’affluenza e la partecipazione della cittadinanza è aumentata, per questo motivo da quest’anno vorremmo portare più manichini per realizzare dei Mass Training, allenamenti collettivi in cui gli istruttori coinvolgeranno molti cittadini contemporaneamente, per imparare tutti insieme le manovre di rianimazione cardiopolmonare. Non ci saranno solo istruttori di Volontario per Te, ma chiederemo  l’aiuto di esperti che fanno parte di altre associazioni. Per noi è importante l’idea di lavorare in rete, perché il numero può fare la differenza».

 

volontario per te
Dalla pagina FB di Volontario per Te

DEFIBRILLATORI PUBBLICI PER TUTTI. La diffusione dei defibrillatori pubblici sul territorio è un tema che sta molto a cuore all’associazione Volontariato per Te, che all’interno del progetto “Villanova Cardioprotetta” opera per dotare ogni plesso scolastico di Guidonia di un defibrillatore semiautomatico per poter intervenire tempestivamente nelle scuole in caso di emergenza. Dal 2012, inoltre, si è occupata di addestrare più di 2mila ragazzi alle manovre per la rianimazione cardiopolmonare (RCP).

Per l’anno scolastico 2017-2018, l’impegno previsto è stato quello di realizzare un programma di addestramento per 1.200 bambini degli Istituti Comprensivi “E. de Filippo” e “Giovanni XIII” di Villanova di Guidonia, dalla 3° elementare alla 3° media.

I ragazzi a partire dai 12 anni possono, infatti, imparare la RCP, mentre sensibilizzare i più piccoli al problema potrà aiutarli a contattare i soccorsi con rapidità ed efficienza in futuro. In questo modo si incrementa il senso di responsabilità dei più piccoli, trasformandoli in moltiplicatori di conoscenza anche all’interno delle loro famiglie.

Come sottolinea Mara Serafini: «La maratona dell’8 aprile sarà un’ottima occasione per raccogliere fondi per i defibrillatori, che non sono importanti solo per la scuola, ma anche per le persone che abitano in zona, nel quartiere. Secondo l’analisi della nostra associazione a Villanova dovrebbe esserci almeno un defibrillatore pubblico ogni 550 metri, per un totale di quattro defibrillatori, che al momento però sono assenti. Da qui l’importanza di sensibilizzare la cittadinanza sul problema».

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Micaela Mauro
Micaela Mauro

Appassionata di comunicazione digitale, cultura e sociale, consegue con lode la laurea magistrale in Informazione, Editoria e Giornalismo, specializzandosi con un master in Digital Communications Specialist presso L'Università Cattolica. Editor di Wikipedia, accresce le sue competenze come Digital e Social PR lavorando presso un'agenzia di ufficio stampa milanese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *