logo reti solidali
RETE ASM, LA PRIMA RETE ROMANA DI ASSOCIAZIONI PER LA SALUTE MENTALE
associazioni per la salute mentale

RETE ASM, LA PRIMA RETE ROMANA DI ASSOCIAZIONI PER LA SALUTE MENTALE

RETE ASM, LA PRIMA RETE ROMANA DI ASSOCIAZIONI PER LA SALUTE MENTALE

Le associazioni si impegnano a collaborare e condividere, per ottenere più ascolto da parte delle istituzioni e per servire meglio gli utenti

Si svolge il 25 e 26 giugno la 2a Conferenza nazionale per la salute mentale, dal titolo “Per una salute mentale di comunità“. In vista dell’evento, il presidente dell’associazione Spazio disponibile, Silvio d’Angerio, ci racconta e come è nata la rete ASM (associazioni per la salute mentale), che porterà il proprio contributo alla conferenza.

Durante la Pasqua del 1994 scoprii all’improvviso che mio figlio era diventato “pazzo” e mi trovai catapultato in un mondo del tutto sconosciuto, quello della “salute mentale”.

Dopo circa due anni mi iscrissi a un’associazione di familiari. Subito rimasi colpito nel vedere quante associazioni si occupassero di salute mentale e soprattutto nel notare come ognuna andasse per conto proprio, ignorando il più delle volte quello che facevano le altre. Da una parte ero convinto che il moltiplicarsi delle associazioni potesse ampliare il numero delle persone impegnate sul campo. Dall’altra, però, il fatto che agissero in ordine sparso mi sembrava limitare fortemente la loro capacità d’azione e la loro incidenza sulle politiche per la salute mentale. Ma soprattutto mi sembrava inconcepibile che persone colpite così duramente nei loro affetti, si facessero concorrenza, piuttosto che unire le forze e collaborare. I motivi di contrasto mi sembravano essenzialmente ideologici (ad esempio la differenziazione fra utenti e familiari e la scelta di campo a favore degli uni o degli altri). Inoltre avevo l’impressione che alcune sigle fossero portatrici di una visione corporativa, e che alcuni dei loro rappresentanti privilegiassero la visibilità personale, utilizzando magari l’associazione come trampolino di lancio per la carriera politica, piuttosto che gli obiettivi per cui l’associazione era nata.

Il risultato di tutto questo è stata la decisione di costituire un’associazione, Spazio Disponibile, con l’obiettivo di coinvolgere i familiari che si sentivano poco rappresentati. Fin dalla nascita Spazio Disponibile ha scelto di lavorare con associazioni di familiari e di volontariato che mettessero al centro il raggiungimento degli obiettivi previsti dallo statuto e non la propria visibilità. Con tali associazioni, che per fortuna esistono, abbiamo collaborato per organizzare convegni, corsi di formazione e altre iniziative comuni, potendo contare sul fondamentale supporto del CSV Lazio.

Nel tempo è apparso chiaro che la Rete di Associazioni è la soluzione che, attraverso il coordinamento delle iniziative e la possibilità di presentarsi ai diversi interlocutori con una voce unica, consente di definire meglio le richieste comuni, di ottenere maggiore ascolto dalle istituzioni – considerata la cronica difficoltà di ottenere risposte – e di raggiungere più facilmente gli obiettivi comuni, pur lasciando a ciascuno la propria indipendenza.

 ASM, la rete delle associazioni di salute mentale

Considerati i buoni risultati abbiamo deciso di formalizzare la collaborazione con un apposito accordo e nel mese di maggio 2021, con il supporto del CSV Lazio, abbiamo costituito una Rete di solidarietà sociale tra le organizzazioni del Terzo Settore, le Associazioni di Familiari e di Utenti e quelle di Volontariato impegnate nella promozione della Salute Mentale.

Attualmente le associazioni che compongono la Rete – denominata ASM (Associazioni per la salute mentale) – sono le seguenti: AGAVE, ARESAM, AVO Roma, Habita, Immensa…Mente, Oltre le Barriere, Riconoscere, Si Può Fare Di Più, Spazio Disponibile.

Le finalità della Rete ASM, come riportate nell’accordo siglato, che impegna i sottoscrittori a portare avanti le decisioni assunte a maggioranza qualificata, sono:

  • Collaborare per dare voce a istanze istituzionali per l’affermazione e la tutela dei diritti dei soggetti con disagio mentale, vigilando su eventuali irregolarità e disservizi.
  • Condividere le informazioni relative a nuove normative, tavoli di lavoro, Consulte, ecc. relative alla salute mentale.
  • Organizzare eventi/seminari di informazione e formazione e sensibilizzazione rivolti alla diffusione di buone pratiche per la salute mentale.

 

Per mettersi in contatto con la rete: reteasm@gmail.com

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *