logo reti solidali
Home » PROTEZIONE CIVILE LAZIO: LE ASSOCIAZIONI CONTESTANO IL BANDO
Protezione civile lazio

PROTEZIONE CIVILE LAZIO: LE ASSOCIAZIONI CONTESTANO IL BANDO

PROTEZIONE CIVILE LAZIO: LE ASSOCIAZIONI CONTESTANO IL BANDO

Ecco il testo del documento diffuso dal Raggruppamento dei Coordinamenti regionali di volontariato di protezione civile Lazio

Il “Bando per l’erogazione dei contributi per le spese di gestione e manutenzione (…) a favore delle organizzazioni di volontariato di protezione civile”, approvato con Determinazione dirigenziale n. G11669 del 29 Settembre 2015, ha aperto nuove problematiche per le organizzazioni di protezione civile del lazio, aggravando una crisi che si trascina da tempo.  Il Raggruppamento dei Coordinamenti regionali volontariato protezione civile Lazio ha inviato un documento al direttore dell’Agenzia regionale di Protezione civile, Gennaro Tornatore, per sottoporre alla sua attenzione le questioni sollevate dal Bando.
Questo il testo del documento:

BANDO 2015

 «A seguito della pubblicazione della Determinazione Dirigenziale n. G11669 del 29 settembre 2015, con la quale è stato approvato Bando per l’erogazione dei contributi per le spese di gestione e manutenzione alle organizzazioni di volontariato (associazioni e gruppi comunali) per l’anno 2015, gli scriventi coordinamenti ritengono doveroso segnalare e porre alla sua cortese attenzione quanto segue.
È necessario innanzitutto evidenziare come tale Bando sia stato concepito quale “sanatoria’’, visti anche i tempi di adozione dello stesso.
Infatti è stato adottato quasi a fine anno e comunque al termine della campagna AIB, quest’anno particolarmente gravosa.
Il Bando non ha però prodotto gli effetti auspicati.
Riportiamo sinteticamente la situazione:

organizzazioni iscritte elenco territoriale: 479
domande pervenute: 302
domande ammesse: 213
(associazioni 176 – gruppi comunali 37)
organizzazioni escluse: 32
organizzazioni non in graduatoria per mancato raggiungimento del punteggio: 54

Circa un terzo delle organizzazioni che hanno presentato la domanda non beneficeranno di alcun sostegno economico poiché sono state escluse, pur avendo operato nel corso del 2015.
Alla data odierna non sono stati ancora comunicati, a mezzo PEC, alle singole organizzazioni beneficiarie, gli importi loro assegnati, così come previsto dal Bando.
Limitatamente ai gruppi comunali, i Comuni per legge, non possono procedere a spendere risorse se non hanno la certezza della fonte (determina della regione Lazio).
Per quanto attiene alle spese da rendicontare entro e non oltre il 01.03.2016 si sottolineano alcuni aspetti rilevanti per le stesse organizzazioni.
Innanzitutto nel 2015 le organizzazioni, ad eccezione di un acconto  per le spese carburante liquidato a fine dicembre, non hanno avuto alcun sostegno economico dalla Regione Lazio e pertanto ciò ha penalizzato fortemente la capacità operativa, in quanto non ha reso possibile effettuare e quindi documentare le manutenzioni ordinarie e straordinarie. I fornitori delle organizzazioni non hanno effettuato i lavori poiché non avevano certezze circa i tempi di pagamento.
Tale situazione rischia di compromettere l’ efficienza dell’intero sistema regionale di protezione civile, poiché le risorse del Bando non saranno materialmente liquidate se non prima di 3/ 4 mesi.
Le spese ammissibili a rendicontazione sono tutte quelle previste dall’art. 6 del bando.
Tuttavia non è specificato a quale periodo debbano riferirsi; ovvero certamente non potranno essere rendicontate spese relative al 2014  ma NON viene specificato se quelle sostenute almeno nei primi mesi del 2016 potranno essere rendicontate.

Pertanto si chiede

  • l’adozione di un provvedimento nel quale si preveda che il contributo assegnato potrà essere giustificato con documentazione fiscale del 2015 e del 2016, questo consentirebbe alle organizzazioni di avere la liquidità per effettuare gli acquisti programmati ma non effettuati  per carenza    di    risorse    economiche,    traslando    il    termine    per    la rendicontazione al 30.06.2016.
  • di accettare la produzione di una fattura quietanzata dal fornitore sino al limite di € 999,00. Nel Bando 2015 infatti viene chiesto alle organizzazioni beneficiarie di produrre le copie dei pagamenti (assegni, bonifici, pos, ecc). Ebbene la normativa di legge in vigore nel 2015, certamente superiore nella gerarchia delle fonti normative al regolamento e al testo del Bando, prevedeva la possibilità di pagare i fornitori anche con l’utilizzo del contante con il limite di € 999,00. Pertanto la produzione di una fattura quietanzata dal fornitore deve ritenersi pienamente efficace sino a tale limite.
  • di rimborsare le spese alle associazioni che hanno effettuato attività nel 2015 non ricomprese nel bando citato .

BANDO 2016

Per il corrente anno 2016 auspichiamo che il Bando venga adottato e concepito come programmazione delle attività e degli acquisti di beni e servizi con il coinvolgimento preventivo del volontariato.
Inoltre, facciamo rilevare che nel regolamento regionale è previsto lo strumento delle convenzioni, adottate con successo da molte Istituzioni.

PROGETTI DPC 2015

La Regione Lazio ha rinnovato la comunicazione alle organizzazioni del volontariato del Bando del DPC ai sensi del DPR 194/01 per la quota regionale di competenza solo a metà dicembre.
È fortemente auspicabile che nel bilancio del 2016 l’Agenzia preveda un capitolo di spesa a sostegno di quelle organizzazioni che, se finanziate dal DPC, riceveranno massimo il 75% dell’importo del progetto. Pertanto con una partecipazione modica del 25%, l’Agenzia potenzierà ulteriormente le proprie strutture operative in dotazione al volontariato».

 

Il Raggruppamento dei Coordinamenti regionali volontariato Protezione civile Lazio ha, inoltre, sottoposto la questione al Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti con un documento sul “fallimento degli obiettivi e dei presupposti relativi al Bando”.

protezione civile LazioIl Raggruppamento dei Coordinamenti regionali volontariato Protezione civile Lazio è composto da: Associazione Nazionale Vigili del Fuoco in Congedo volontariato e protezione civile – Coordinamento Regione Lazio; Prociv Italia Coordinamento Lazio; Associazione Nazionale Carabinieri Secov Lazio; Federazione Pronto Intervento del Volontariato – Coordinamento Regione Lazio; Anpas Lazio – Comitato Regionale

Print Friendly, PDF & Email
Redazione
Avatar

La redazione di Reti Solidali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *