Newsletter Reti Solidali

Resta aggiornato, iscriviti alla nostra newsletter
Indirizzo Mail
logo reti solidali
Home » MINTURNO. TORNA “LIBRI DI SABBIA”, RASSEGNA LETTERARIA SULLA SPIAGGIA

MINTURNO. TORNA “LIBRI DI SABBIA”, RASSEGNA LETTERARIA SULLA SPIAGGIA

MINTURNO. TORNA “LIBRI DI SABBIA”, RASSEGNA LETTERARIA SULLA SPIAGGIA

Con Libri di sabbia e Visioni Corte l’associazione “Il Sogno di Ulisse” tenta il rilancio del territorio, anche internazionale

 

Dopo il successo dello scorso anno torna Libri di Sabbia, la rassegna letteraria estiva organizzata dall’associazione Il Sogno di Ulisse. Tra gli ospiti che hanno già confermato la loro presenza ci sono Simona Zecchi, che il 15 giugno presenterà il suo libro La criminalità servente nel caso Moro; Cristiana Astori, autrice di Tutto quel buio, che interverrà il 22 giugno, mentre il 29 giugno toccherà a Sergio Nazzaro, con la graphic novel Mediterraneo. La location scelta è Scauri, una frazione del comune di Minturno. La manifestazione si terrà negli stabilimenti balneari.

Ma Libri di Sabbia non è la sola kermesse ideata dall’associazione. Tra giugno e luglio i volontari e gli associati saranno impegnati anche con l’esordio della rassegna cinematografica itinerante Ridere all’italiana. Nella zona collinare del Paese verranno proiettati i film di Alberto Sordi, Vittorio Gassman e altri maestri del cinema italiano.

 

libri di sabbia
Minturno. L’edizione 2017 di “Visioni Corte”

VISIONI CORTE. L’evento clou organizzato dall’associazione è il Visioni Corte International Short Film Festival. Si tratta di un concorso aperto a cortometraggi internazionali, diretto da Gisella Calabrese. All’edizione del 2018 hanno partecipato quasi mille corti, di cui circa il 70% proveniente dall’estero. Lo scorso anno gli organizzatori hanno ospitato persino un attore e una regista provenienti dal Canada. Dato il taglio di nicchia, la manifestazione attira molta più gente proveniente da fuori, mentre i residenti di Minturno arrivano a coprire tra il 10 e il 15% del pubblico. Dal lunedì al sabato si radunano circa duecento persone a sera, che arrivano anche a quattrocento per la serata finale.

 

L’INTERVISTA. Abbiamo raggiunto al telefono il presidente dell’associazione, Giuseppe Mallozzi, per saperne di più sulle attività promosse dal Sogno di Ulisse.

In che modo finanziate le vostre attività?
Principalmente attraverso la partecipazione a bandi di concorso. In primis quelli della Regione Lazio. Accanto al contributo pubblico ci sono l’autofinanziamento e gli sponsor, ma senza i fondi regionali è difficile offrire contenuti di qualità.

Che difficoltà riscontrate nell’organizzazione di questi eventi?
Dipende dall’evento, ma in generale sperimentiamo una mancanza di fondo: l’assenza di biblioteche, teatri, cinema e spazi adeguati per i giovani. Utilizziamo quello che c’è. Per “Visioni Corte” dobbiamo allestire una sala da zero all’interno del Castello Baronale. Una location suggestiva certo, ma che presenta tante carenze strutturali.

L’amministrazione comunale non vi aiuta?
Il Comune eroga dei soldi (pochi) per incentivare le attività culturali, ma a volte ci mette i bastoni tra le ruote. Ovviamente il problema non è solo nostro, ma anche delle altre associazioni del territorio. Quest’anno siamo alle prese con una fideiussione che ci metterà in difficoltà. Senza contare che, almeno, potrebbe tenere meglio il patrimonio artistico. Quando ce lo dà in gestione, lo troviamo sempre molto sporco.

Quali sono i vostri progetti futuri?
Stiamo partecipando al bando Cineperiferie del Mibact, che ci aiuterà a realizzare un progetto che metterà in luce le difficoltà delle periferie emarginate. Nel caso lo vincessimo, vorremmo coinvolgere anche i rifugiati politici dello Sprar di Minturno. Quest’anno poi inaugureremo il Janara Horror Festival, un progetto finanziato dalla Regione Lazio e che si svolgerà a Saturnia. Piace molto il discorso del legame tra le tradizioni popolari, le moderne tecniche cinematografiche e il territorio. Si terrà il 30 e il 31 ottobre e sarà accompagnato da un convegno e da un concerto.

Che altro?
Sempre a ottobre parte il cineclub, che durerà fino a maggio. L’unico del Lazio a far parte della Federazione Italiana Cineclub, a cui siamo iscritti. Il Comune ancora ci deve rispondere per la disponibilità della sala. Siamo interessati a una stanza del castello non utilizzata, a cui manca addirittura la corrente. Non daremmo fastidio a nessuno. Nell’attesa ci dà una mano la parrocchia.

libri di sabbia

 

 

 

 

 

 

L’ASSOCIAZIONE. Nata nel 2012, Il Sogno di Ulisse organizza ogni anno rassegne e manifestazioni cinematografiche, letterarie, musicali e artistiche. Pone attenzione anche alla valorizzazione del territorio attraverso la promozione turistica e percorsi enogastronomici.

Contemporaneamente i volontari sono impegnati nella formazione e nell’aggiornamento degli operatori culturali e nella diffusione delle humanae litterae. Fondamentale l’attività editoriale, che consiste principalmente nella pubblicazione di un bollettino periodico, gli atti dei convegni e studi e ricerche. Oltre a tutto il materiale per pubblicizzare le iniziative.

Al fine di ampliare la rete di contatti personali e istituzionali, la onlus fa parte della Fedic e all’Associazione Festival Italiani di Cinema. Sostiene e patrocina eventi organizzati da altre istituzioni del territorio.

Se avete correzioni o suggerimenti da proporci, scrivete a comunicazione@cesv.org

 

Print Friendly, PDF & Email
Mirko Giustini

Laureato con lode in Lettere moderne ed Editoria e scrittura, si è sudato il tesserino da giornalista scrivendo per varie testate locali di Roma e dei Castelli romani. Lavora come analista televisivo presso la Geca Italia e scrive per Lazio sette (Avvenire).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter Reti Solidali

Resta aggiornato, iscriviti alla nostra newsletter
Indirizzo Mail
Secure and Spam free...