logo reti solidali
Home » GRAZIE A UN SITO, L’OTTAVO DIVENTA UN MUNICIPIO SOLIDALE
volontariato

GRAZIE A UN SITO, L’OTTAVO DIVENTA UN MUNICIPIO SOLIDALE

GRAZIE A UN SITO, L’OTTAVO DIVENTA UN MUNICIPIO SOLIDALE

Municipiosolidale.it offre informazioni e servizi gratuiti, per superare meglio l'emergenza Coronavirus. Grazie alle associazioni e ai volontari

«Siete soli in casa? Chiamateci: 06.40060606». Questo messaggio apre il sito municipiosolidale.it, aperto dal Municipio 8 di Roma (già che ci siamo, aggiungiamo che il servizio è attivo dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 18,00, dal lunedì al venerdì). Come il Municipio 1 e il Municipio 3 (ne abbiamo parlato qui) anche l’ottavo investe sull’idea del “Municipio solidale”, per aiutare i cittadini ad affrontare l’emergenza del COVID19, cercando di comunicare l’idea che si può stare “A casa ma insieme”.

municipio solidale
La home page del sito municipiosolidale.it

Municipiosolidale.it è un sito di servizio: il cittadino ci può trovare informazioni utili, come l’elenco delle Farmacie che consegnano farmaci a domicilio‚ oppure il modo per richiedere la spesa a domicilio‚ i numeri utili, perfino giochi e approfondimenti per bambini. Il Municipio Solidale ha pensato infatti anche ai più giovani, con una sezione intitolata “Scuola di Territorio“: vistoe che non possono andare a scuola a causa delle misure per combattere il contagio, e che chissà per quanto tempo non potranno farlo, qui potranno trovare intrattenimento, storie, suggerimenti, attività, contributi video. In fondo, la formazione passa attraverso gli stimoli più diversi.

Le indicazioni sintetiche su come fare prevenire il contagio, tra l’altro, sono tradotte in 7 lingue, oltre all’italiano, per permettere anche agli stranieri di capirle e rispettarle.

I volontari e le associazioni

C’è anche uno spazio, “Volontari Civili”, attraverso il quale chi vuole può mettersi a disposizione per fare volontariato: verrà messo in contatto con le associazioni del territorio che continuano ad offrire servizi essenziali. E i cittadini che ne hanno bisogno possono chiedere questi servizi: le associazioni e i volontari se ne faranno carico.

Naturalmente di tratta di servizi rivolti esclusivamente alle categorie fragili e ai soggetti maggiormente a rischio, come gli over 65, i cittadini/e con patologie pregresse, gli immunodepressi che non possono uscire da casa. Le richieste devono riguardare beni di prima necessità e il numero telefonico è attivo anche per informazioni, sostegno e supporto.
La procedura è semplice: si telefona, si forniscono i propri dati e si fa la richiesta. Un operatore fornirà i contatti di chi può rispondervi, mettendo il cittadino in rete con le realtà attive sul territorio.
Per tutelare la sicurezza di tutti si effettueranno controlli rispetto al funzionamento del servizio ed ogni operatore sarà “tracciato” e reperibile. Il nome del volontariato verrà comunicato a chi ha fatto la richiesta, che potrà così rispondere quando il volontario suonerà al citofono.
Per evitare contatti, la lista della spesa (generi di prima necessità) e i soldi dovranno essere lasciati fuori dalla porta e il volontario effettuerà la consegna citofonando e lasciando sulla porta la spesa e l’eventuale resto.
Naturalmente il servizio è gratuito.

Severe anche le regole per i volontari: deve essere fornito di autodichiarazione e di attestazione del Municipio Roma 8; deve utilizzare guanti e disinfettante; dichiarare il proprio nome al citofono del soggetto richiedente; ritirare sulla porta, senza nessun contatto con il richiedente, lista della spesa e soldi e, al momento della consegna, depositare fuori dalla porta di casa la spesa e il resto.

La rete che permette il funzionamento del Municipio Solidale si è potuta realizzare grazie alla collaborazione di Croce Rossa Italiana – Comitato municipi 8, 11, 12di Roma; ACLI Roma; Associazione Millennium; Brigata Garbatella e ANEP; Radio Anticorpi; Nessun Dorma; Scuolaliberatutti; Comitato di quartiere Montagnola; Comitato di quartiere Grottaperfetta.

Se avete correzioni o suggerimenti da proporci, scrivete a comunicazionecsv@csvlazio.org

Print Friendly, PDF & Email
Maria Elena Iacovone
Maria Elena Iacovone

22 anni, laureata in scienze della comunicazione sociale. Mi piace molto il cinema e amo scrivere. Collaboro con RomaSette, settimanale diocesano. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *