logo reti solidali
Home » LAZIO. 4 MILIONI PER ASSOCIAZIONI CULTURALI E DI PROMOZIONE SOCIALE
Codice del Terzo Settore

LAZIO. 4 MILIONI PER ASSOCIAZIONI CULTURALI E DI PROMOZIONE SOCIALE

LAZIO. 4 MILIONI PER ASSOCIAZIONI CULTURALI E DI PROMOZIONE SOCIALE

Un ristoro per le associazioni attive nella promozione artistica e culturale, produzione e formazione.

La Regione Lazio ha stanziato 4 milioni di euro in favore delle Associazioni Culturali e delle Associazioni di Promozione Sociale (APS) attive nella promozione artistica e culturale, nella produzione e/o nella formazione. La delibera prevede la predisposizione di un avviso pubblico per due tipologie di contributo: il primo riguarda il sostegno ad Associazioni Culturali e Associazioni di Promozione Sociale (APS) che, oltre ad organizzare attività culturali, abbiano in gestione degli spazi polifunzionali (teatri sotto i cento posti, circoli, spazi polifunzionali, ecc.) destinati allo svolgimento di attività culturali e artistiche; il secondo, invece, è destinato agli Enti che organizzano comunque attività, ma senza la gestione di spazi. Il massimo del contributo è pari di 9mila euro per il primo intervento, mentre per il secondo il tetto è di  5.500 euro a richiesta.

«Il nostro obiettivo, ha dichiarato l’assessora alle Politiche sociali, Welfare ed Enti locali, Alessandra Troncarelli, «mira da un lato a tutelare il mondo dell’associazionismo, già duramente colpito in questi difficili mesi, ma dall’altro è diretto alla protezione degli spazi e dei momenti di aggregazione socio-culturali fondamentali nelle singole comunità. La crisi sanitaria ed economica non deve farci dimenticare l’importanza e il ruolo che queste, anche piccole realtà ricoprono sul territorio. Il nostro compito, come amministrazione regionale, è di tutelare e non disperdere questo patrimonio».

«Le Associazioni culturali e di Promozione Sociale-APS, dai piccoli teatri, ai circoli, alle attività impegnate nella cultura e nell’arte nei suoi diversi segmenti (musica, teatro, spettacolo ed altro), che sono anch’esse welfare, tessuto connettivo, educativo e di promozione umana per i nostri territori», ha commentato Francesca Danese, portavoce del Forum Terzo Settore del Lazio. «Questo è il frutto importantissimo del lavoro realizzato insieme, attraverso la Cabina di regia ad hoc istituita in Regione, con il Forum Terzo Settore del Lazio e altre realtà, e grazie al fondamentale impegno della Assessore alle Politiche Sociali e Welfare, Alessandra Troncarelli».

«Il benessere di una comunità», aggiunge Danese, «passa anche per l’accesso alla cultura e alle attività per tutti coloro, a partire dai ragazzi, che non hanno possibilità: il welfare è cultura, qualità della vita, prossimità dei luoghi dell’arte e dell’animazione sociale, dai teatri alle scuole, che diventano sentinelle di educazione ed argine alla tentazione dell’illegalità, infondendo consapevolezza di una cittadinanza attiva.  Così sono i circoli Arci a Roma e nel Lazio, riconvertiti a portare a domicilio i pacchi alimentari a famiglie e anziani durante il confinamento, le realtà teatrali di tutte le categorie rappresentate da Feditart, il Forum nazionale per l’Educazione musicale, il Cemea del Mezzogiorno e molte altre. Il lavoro svolto insieme alla Regione Lazio su questo fronte e con i nuovi ristori, ancora una volta è esempio notevole di una collaborazione proficua tra Istituzioni e Terzo settore».

Print Friendly, PDF & Email
Redazione
Avatar

La redazione di Reti Solidali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *