Newsletter Reti Solidali

Resta aggiornato, iscriviti alla nostra newsletter
Indirizzo Mail
logo reti solidali
Home » REGALI SOLIDALI LAST MINUTE. LA PROPOSTA DELLA CASA DELLE DONNE DI AMATRICE
regali solidali

REGALI SOLIDALI LAST MINUTE. LA PROPOSTA DELLA CASA DELLE DONNE DI AMATRICE

REGALI SOLIDALI LAST MINUTE. LA PROPOSTA DELLA CASA DELLE DONNE DI AMATRICE

Piccoli oggetti e bigiotteria realizzati dalle donne con tecniche antiche o nuove. Anche così si rilancia il territorio

Il Natale è alle porte e i centri commerciali sono presi d’assalto dai clienti ritardatari. Ancora in tanti ricercano all’ultimo momento ingredienti per la cena della vigilia o regali per amici e parenti. Ma c’è chi, da più di un anno, sotto l’albero vorrebbe trovare solo il ritorno alla normalità. Sono i residenti nelle zone del terremoto, che per un altro inverno si trovano alle prese con il freddo, la neve e i ritardi nella costruzione delle soluzioni abitative d’emergenza.

Per questa gente, che da quasi un anno e mezzo vive in situazioni di precarietà, le feste possono essere un’occasione di rilancio.

 

regali solidali
I braccialetti fatti con le capsule del caffè

REGALI SOLIDALI. Come? Attraverso gli acquisti solidali. Le aziende agroalimentari già da tempo assemblano i cesti natalizi con i prodotti tipici del territorio. Diversi mezzi di comunicazione ne supportano la vendita attraverso campagne di promozione.

Una strategia simile l’hanno intrapresa anche alcune associazioni. Nel catalogo della Casa delle Donne di Amatrice e Frazioni, ad esempio, sono disponibili sciarpe di lana di alpaca tessute con telaio antico, palle decorative in feltro di pura lana, bracciali con cialde di caffè riciclate, collane con ciondolo a bamboline realizzate con il chiacchierino, orecchini in lana lavoratI all’uncinetto.

A realizzare questi beni sono state ragazze e donne terremotate.

 

I materiali del laboratorio di tessitura

LA CREATIVITÀ DELLE DONNE. La onlus infatti è nata per valorizzare la creatività del genio femminile in piena ricostruzione. Vecchie e nuove generazioni uniscono tradizione e innovazione per creare un polo multifunzionale utile a condividere conoscenze, arte, fantasia, artigianato ed economia.

La vendita dei regali solidali è finalizzata alla costruzione della sede, l’arredamento, l’allestimento dei laboratori, l’avvio dei corsi e la gestione dei canali di vendita. Saranno coinvolti artigiani e altri professionisti di diversi mestieri, che insegneranno a tessere, a lavorare la ceramica, costruire bambole, cucinare ricette articolate e produrre bijoux. Maestranze di tutta Italia hanno contribuito a stilare un preciso programma formativo per affinare le capacità delle associate e incrementare così la qualità dei manufatti.

Le partecipanti trovano nelle attività della Casa importanti opportunità di formazione. Tanto che, oltre a commerciare beni, impareranno a gestire la logistica e le strategie di vendita, affiancate da partner commerciali che condivideranno la rete dei contatti. Tutto questo è possibile grazie alle offerte dei simpatizzanti e trova nell’acquisto dei regali solidali un’importante fonte di finanziamento.

 

Le foto di questa pagina sono tratte dalla pagina Facebook della Casa delle Donne di Amatrice e Frazioni

Print Friendly, PDF & Email
Mirko Giustini

Laureato con lode in Lettere moderne ed Editoria e scrittura, si è sudato il tesserino da giornalista scrivendo per varie testate locali di Roma e dei Castelli romani. Lavora come analista televisivo presso la Geca Italia e scrive per Lazio sette (Avvenire).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter Reti Solidali

Resta aggiornato, iscriviti alla nostra newsletter
Indirizzo Mail
Secure and Spam free...