logo reti solidali
CAMBIO AI VERTICI DI CSVNET. CAPOLEVA: UN’OCCASIONE PER CAMBIARE
Chiara Tomnasini

CAMBIO AI VERTICI DI CSVNET. CAPOLEVA: UN’OCCASIONE PER CAMBIARE

CAMBIO AI VERTICI DI CSVNET. CAPOLEVA: UN’OCCASIONE PER CAMBIARE

La nuova presidente è Chiara Tommasini. Per Paola Capoleva (CSV Lazio) i Centri di Servizio devono diventare sempre più Agenzie per lo sviluppo locale del volontariato

Si è conclusa domenica 27 giugno l’assemblea di CSVnet,  l’associazione nazionale dei centri di servizio per il volontariato, che ha eletto Chiara Tommasini presidente del coordinamento.

I Csv, agenzie per lo sviluppo locale

«Dopo 9 anni una nuova stagione riparte con il rinnovo degli organi sociali di CSVnet»,  questo l’impegno assunto  da Paola Capoleva, presidente di CSV Lazio, che è stata eletta  nuovamente nel Consiglio Nazionale, come anche il vicepresidente Renzo Razzano.  Capoleva ribadisce che «sarà necessario “andare al di là del “qui ed ora”,  sviluppando al meglio le nuove competenze  stabilite dalla riforma del Terzo settore, che sono molto più articolate e complesse rispetto a prima, e dando corpo  a quella definizione dei Centri  di Servizio per il volontariato quali Agenzie per lo sviluppo locale del volontariato e della cittadinanza repsonsabile» (ne abbiamo parlato qui).
Questo significa che «abbiamo una occasione importante per implementare azioni volte alla difesa e valorizzazione dei Beni comuni e tesi a  rinsaldare i valori sanciti dalla nostra Costituzione oltre che dalla Riforma, verso una maggiore coesione sociale e il sostegno alle persone più in difficoltà. Il volontariato può e deve diventare il volano per una ripresa del nostro Paese, attraverso lo spirito di sussidiarietà e solidarietà che ci ha sempre animato». Inoltre  una attenzione particolare  andrà posta a quelle Regioni che al momento non hanno ancora nominato propri rappresentanti regionali e che sono Sicilia, Calabria, Publia e Veneto, oltre che al processo di accreditamento che vede impegnate la Sardegna e il CSV di Forlì-Csena».

Chiara Tommasini: “un ecosistema ampio”

Chiara Tommasini è veronese ed è volontaria nell’ambito del soccorso e della protezione civile. È la prima volta che una donna ricopre questo ruolo.
Chiara Tommasini
Chiara Tommasini, nuova presidente di CSVnet

Secondo la nuova presidente, sono due le sfide principali che CSVnet ha di fronte, si legge nel comunicato del coordinamento: «da una parte il consolidamento di un sistema nazionale, che deve  trovare la sua dimensione di rete e dall’altra essere all’altezza di un mondo che con la pandemia è profondamente cambiato, mettendo alla prova il volontariato». Secondo la presidente, la nuova squadra di CSVnet «deve sentirsi parte di un “ecosistema” più ampio, composto da tanti soggetti, a partire dai centri di servizio, la pubblica amministrazione, il mondo associativo e anche quello economico».

L’assemblea ha eletto anche le altre cariche e i nuovi consiglieri, i cui profili si possono leggere sul sito di CSVnet.

Print Friendly, PDF & Email
Redazione

La redazione di Reti Solidali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *