logo reti solidali
Home » CO-PROGETTAZIONE E CO-PROGRAMMAZIONE: DALLE PAROLE AI FATTI
co-programmazione

CO-PROGETTAZIONE E CO-PROGRAMMAZIONE: DALLE PAROLE AI FATTI

CO-PROGETTAZIONE E CO-PROGRAMMAZIONE: DALLE PAROLE AI FATTI

Un webinar per capire meglio come attuare un metodo di lavoro che può portare molti frutti alle comunità

E se davvero questi anni venti fossero il tempo in cui riescono ad avviare reali processi di co-progettazione e co-programmazione tra Enti locali e Terzo settore, volontariato compreso? Se fossero il tempo in cui si riesce finalmente ad aprire l’epoca dell’amministrazione condivisa?
Il Codice del Terzo Settore, all’articolo 55, sancisce  che «Le amministrazioni pubbliche… nell’esercizio delle proprie funzioni di programmazione e organizzazione a livello territoriale degli interventi e dei servizi nei settori di attività di cui all’articolo 5, assicurano il coinvolgimento attivo degli enti del Terzo settore, attraverso forme di co-programmazione e co-progettazione e accreditamento…». E specifica che «La co-programmazione è finalizzata all’individuazione, da parte della pubblica amministrazione procedente, dei bisogni da soddisfare, degli interventi a tal fine necessari, delle modalità di realizzazione degli stessi e delle risorse disponibili», mentre «La co-progettazione è finalizzata alla definizione ed eventualmente alla realizzazione di specifici progetti di servizio o di intervento finalizzati a soddisfare bisogni definiti…».
Il primo Aprile scorso, inoltre, il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Andrea Orlando ha firmato il decreto di adozione delle linee guida sul rapporto tra pubbliche amministrazioni ed enti del Terzo settore (ne abbiamo parlato qui). Un testo che ha molti limiti, ma che comunque rappresenta un passo avanti.
Anche CSV Lazio è impegnato su questo fronte, consapevole dell’importanza di adottare un metodo di lavoro che permetta di collaborare nella costruzione di servizi per la collettività, superando le logiche della competizione e della concorrenza.
Recentemente, CSV Lazio ha firmato con Anci (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) Lazio un protocollo d’intesa nel quale si definiscono gli ambiti di collaborazione e disciplinano la relativa attività cooperativa: un documento importante, che può aprire nella nostra regione nuove prospettive di collaborazione tra le organizzazioni di volontariato e gli enti locali. Nel contempo, è impegnato nella proposta di percorsi formativi per supportare le associazioni che vogliono “attrezzarsi” per questa collaborazione.
Tutto questo, nella convinzione che solo attraverso la collaborazione e la solidarietà tra Pubbliche aministrazioni e non profit il Terzo Settore può esprimere appieno il proprio potenziale generativo ed innovativo e la capacità di intervento sui bisogni emergenti, tutelando contemporaneamente la qualità dei servizi, la buona occupazione, la tenuta delle imprese e l’intera cittadinanza.
Per questo, CSV Lazio, Forum Terzo Settore Lazio e Legacoop Lazio organizzano il 19 aprile 2021, dalle 10:00 alle 12:30, il webinar “Co-progettazione, co-programmazione e strumenti collaborativi: dalla normativa alle pratiche”.
Tra gli aspetti trattati ci saranno le citate Linee Guida, che rappresentano un punto di partenza fondamentale.
Per ricevere i dati di collegamento al webinar, è necessario confermare la propria presenza all’indirizzo mail: lazio@forumterzosettore.it.
Sono stati attribuiti crediti formativi per Assistenti Sociali, ottenibili solo da chi seguirà l’incontro registrandosi.
co-progettazione
Print Friendly, PDF & Email
Redazione
Avatar

La redazione di Reti Solidali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *